Maggiorana, proprietà uso e controindicazioni

benefici maggiorana

Tra le piante aromatiche dalle mille proprietà bisogna annoverare la maggiorana, si tratta di una specie originaria dell’Africa e dell’Asia orientale, luoghi nei quali cresce spontaneamente.

Lo stesso destino non è riservato in Europa, dove questa pianta riscontra un territorio sfavorevole per la crescita spontanea ma dove può essere coltivata serenamente.

Maggiorana

La maggiorana appartiene alla famiglia delle Labiate, all’interno delle quali ci sono anche organo, timo, finocchio e anice. Con l’origano la maggiorana condivide anche il genere di appartenenza (Origanum) con il quale condivide anche alcune caratteristiche come l’aspetto e il sapore. La maggiorana è infatti anche conosciuta come Amaracus majorana o Origanum amaracus.

La pianta ha un portamento eretto e può raggiungere fino agli 80 cm di altezza mentre le foglie sono di forma ovale ricoperte da una leggera peluria. I fiori sono raccolti in spighe e presentano colori che vanno dal bianco al rosa.

Una delle caratteristiche di questa pianta è l’intenso profumo capace di emanare dalle foglie, proprio per tale motivo è una delle spezie maggiormente diffuse.

Proprietà e benefici della maggiorana

La maggiorana è una spezia dalle numerose proprietà benefiche, questa è ricca di minerali quali il calcio, il ferro, lo zinco, il rame, il potassio e il magnesio e vitamine A, B, C e K. Al suo interno sono presenti fitonutrienti benefici per la salute dell’organismo come l’acido rosmarinico.

Le proprietà di questa pianta si concentrano nei fiori e nelle foglie, tanto che la stessa è largamente utilizzata in erboristeria, omeopatia, aromaterapia e cosmesi.

I benefici della maggiorana sull’organismo sono numerosi e in particolare parliamo di una pianta dalla vivace azione antinfiammatoria, antibatterica, digestiva, antispastica, carminativa, antispasmodiche, sedativa e rilassante.

L’assunzione di maggiorana, considerate le sue azioni benefiche, comporta un miglioramento della salute della pelle, dell’apparato digerente, del sistema nervoso, del tessuto osteoarticolare, delle vie aeree e dell’apparato genitale femminile.

Uso della maggiorana

L’utilizzo della maggiorana, come anticipato, è largamente diffuso in più discipline. Le foglie di questa pianta aromatica permettono di insaporire i piatti mentre le parti aeree vengono utilizzate all’interno degli infusi.

Un uso curioso della maggiorana è quello destinato all’olio essenziale e alla tintura madre, entrambi utilizzati sia per uso esterno sia per uso interno.

A cosa serve l’infuso di maggiorana

Le parti aeree vengono utilizzate in fitoterapia per la realizzazione di infusi. Questa bevanda viene consigliata contro i disturbi gastrointestinali, contro i sintomi influenzali (tosse, raffreddore e mal di gola) e per contrastare stress e insonnia.

Basta assumere il 5% di infuso di maggiorana in 1 lt di acqua. Una volta lasciate le infiorescenze in infusione per 10 minuti basterà filtrare e consumare la bevanda.

Per aiutare la digestione è consigliato berlo dopo i pasti dalle 2 alle 3 volte al giorno, mentre per contrastare i sintomi influenzali come tosse e raffreddore è possibile sottoporsi a 20 minuti di vapori prodotti dall’infuso bollente. È stato provato, infine, che l’infuso di maggiorana contrasta anche i dolori muscolare se l’infuso viene aggiunto all’acqua del bagno e si è in immersione per circa 10 minuti.

Per chi soffre di insonnia o stress è consigliato l’infuso di maggiorata prima di addormentarsi, così che l’infuso favorisca la distensione del corpo e un sonno sereno.

A cosa serve l’olio essenziale alla maggiorana

Un altro largo consumo e uso di maggiorana risiede nell’olio essenziale che se ne ricava. Questo viene estratto dai fiori essiccati della pianta e tramite il processo di distillazione. Quest’olio viene utilizzato dagli osteopati per contrastare attivamente i dolori muscolari e reumatici, le macchie cutanee, i mal di testa ma anche per contrastare ansia e agitazione, insonnia e per distendere il sistema nervoso e favorire il sonno.

L’olio essenziale è in uso anche in aromaterapia con l’aggiunta di circa 15 gocce ai diffusori a ultrasuoni, nell’industria alimentare per la produzione di bevande superalcoliche e in cosmesi per la produzione di saponi e profumi.

Controindicazioni

La maggiorana è largamente utilizzata in diverse discipline grazie ai benefici che è possibile apportare su corpo e mente. Abbiamo già visto come la stessa abbia largo consumo in cosmesi, nell’industria alimentare e in quella farmacologica ma quali sono le controindicazioni di questo aroma?

La maggiorana non comporta controindicazioni gravi ma è importante evitare l’assunzione in caso di ipersensibilità verso uno o più componenti. È inoltre sconsigliato la somministrazione di maggiorana sui bambini piccoli e i neonati.

Valori nutrizionali

La maggiorana è largamente utilizzata in cucina quindi vediamo insieme quali sono i valori nutrizionali di questa pianta. Per 100 g di maggiorana bisogna considerare 237 calorie, 12 g di proteine, 42 g di carboidrati e 42 di zuccheri, 7 g di grassi e 18 g di fibra.

13,99€
disponibile
3 new from 13,99€
as of 16 Luglio 2024 6:20
Ultimo aggiornamento il 16 Luglio 2024 6:20

Lascia un Commento

WordPress Lightbox Plugin